Home / Viaggi in E-bike / Reportage in E-Bike / La pista ciclabile del fiume Inn, partendo da Innsbruck

La pista ciclabile del fiume Inn, partendo da Innsbruck

Due bellissimi percorsi, uno verso est e l’altro verso ovest, ma sempre partendo dalla capitale delle Alpi, percorrendo la ciclabile del fiume Inn

Il fiume Inn, che dà il nome alla città di Innsbruck (ponte sul fiume Inn, la traduzione), nasce in Svizzera e si tuffa nel Danubio. La ciclabile del fiume Inn ha quindi uno sviluppo lunghissimo che può proseguire lungo la ciclabile del Danubio creando un percorso che vanta ben 500 Km fino a Vienna, mentre nel Tirolo sono ben 120 i chilometri.

Noi abbiamo voluto fare base a Innsbruck, per poter godere della bellezza della città austriaca, che offre, oltre a un circondario montano di grande bellezza, anche di una vitalità cittadina e non ultima una serie di servizi ideali per chi pratica turismo in E-Bike, come una buona disponibilità di noleggiatori.

Un visita alla città non può mancare, sono tante le cose da vedere. Uno scatto fotografico al Tettuccio d’Oro è d’obbligo per il cicloturista, facendo però bene attenzione alla segnaletica che indica gli orari in cui le biciclette devono essere condotte a mano, per non incorrere in contravvenzioni.

Il Tettuccio d’Oro, si raggiunge – negli orari di punta – solo a piedi

Molti i monumenti come il Palazzo imperiale, la Chiesa di Corte e i giardini Hofgarten.

Tutti questi monumenti meritano una visita con il giusto tempo, per cui nel programma di viaggio aggiungete comunque un’intera giornata da dedicare a Innsbruck, dove non dovrà mancare il tempo per un’aperitivo (lo spritz oramai impazza dappertutto) e un pasto in uno dei tanti ristoranti della città.

Il centro di Innsbruck è sempre molto affollato
Le sugestive statue di bronzo nella Chiesa di Corte
Il Tettuccio d’Oro da un’altra angolazione
Innsbruck, la città delle biciclette

Ma torniamo ai pedali con il primo percorso

Da Innsbruck, seguendo la corrente del fiume, quindi spostandosi verso est, la prima città che si raggiunge con la ciclabile del fiume Inn è Hall in Tirol. La ciclabile passa dalla città alla campagna, spostandosi dall’argine destro al sinistro attraverso dei ponti dedicati a bici e pedoni. Hall in Tirol è la più antica città medioevale del Tirolo Settentrionale. Il centro storico è bello, anche se abbiamo trovato un po’ eccessiva la presenza di automobili parcheggiate a ridosso dei monumenti. Spostandoci ancora ad est troviamo Wattens, la città dei cristalli Swarovski. Ovviamente non può mancare una visita alla celebre manifattura e ai sui preziosi cristalli declinati in migliaia di modi.

La ciclabile del fiume Inn, attraversa tratti di aperta campagna, alternandosi a piccoli ma suggestivi borghi, passando da una riva all’altra

Hall in Tirol

Proseguendo con la ciclabile del fiume Inn troviamo Schwaz, la città delle miniere, nota anche come regione dell’argento della Valle Inntal. Qui ci può stare anche una interessante visita alla miniera d’argento. Proseguendo ancora troviamo Jenbach, da cui possiamo fare una deviazione per il lago Achensee.

A questo punto avremo utilizzato per circa tre ore la nostra E-Bike, percorrendo una cinquantina di chilometri. Da qui possiamo proseguire per Brixlegg, ma poi dipende se abbiamo come base Innsbruck o vogliamo proseguire “armi e bagagli” ancora per la ciclabile fino a che il fiume Inn si congiunge al Danubio.

 

Se la nostra base è Innsbruck sarà il caso di tornare

Una volta nella Capitale delle Alpi, messe a riposo le E-Bike, per una giusta ricarica, possiamo goderci la vita notturna della città, che offre tanti ristoranti e molti bar che rimangono aperti fino a tarda ora.

Secondo percorso

Il percorso verso ovest della ciclabile del fiume Inn, risalendo il corso d’acqua, passa dapprima per le zone periferiche della città (ricche di localini e una rilassata vita sui prati che costeggiano il fiume), poi costeggia a tratti l’autostrada da cui è separata da un alto muro di legno su cui i rampicanti rendono il percorso un tunnel verde molto piacevole, contrapponendosi agli alberi della riva.

Si pedala con il fiume a pochi pochi metri

Più avanti però l’autostrada si palesa, allontanandosi e avvicinandosi, alternata a passaggi in zone boschive. Quindi raggiungiamo Zirl, un classico paesino tirolese, sovrastato, su uno sperone di roccia, da un antico castello. Dopo Zirl, da Inzing la ciclabile del fiume Inn, diventa anche Genuss Radweg (Pista Ciclabile del Gusto) .

Il borgo di Zirl

Il tragitto divenuto collinare richiederà maggiore impegno muscolare o un incremento dell’intervento della pedalata assistita, ma nulla di trascendentale. Una o più soste per degustare i prodotti locali è assolutamente consigliabile. La lunghezza della “Pista Ciclabile del Gusto” è di 50 chilometri e dal tracciato si possono raggiungere 25 stazioni di produttori, agriturismi e locande, che offrono i prodotti della zona. Ma ricordate di fare bene i conti della batteria per il ritorno a Innsbruck, che vi aspetterà con la vitalità della “dolce vita tirolese”.

Lungo il percorso anche aree di sosta per ciclisti
Sulla Pista Ciclabile del Gusto
Diversi i luoghi di ristoro lungo il percorso
Angoli di pace e ristoro

Info:

Ciclabile del Fiume Inn

Via del Gusto sulla ciclabile dell‘Inn

Noi abbiamo utilizzato il noleggio:

Die Boerse

Leopoldstraße 4,

6020 Innsbruck

Tel. +43 512 581742

www.dieboerse.at

 

Si ringrazia:

Guido Vianello
Market Manager Italy, Czech Republic, Poland, Russia

Innsbruck Tourismus
Burggraben 3,

6020 Innsbruck
www.innsbruck.info

 

Check Also

La Via Lattea e l’Assietta, E-Bike Tour nelle Valli Olimpiche – 2° puntata

Dopo la prima puntata sulla Conca di Bardonecchia, scopriamo i percorsi estivi del comprensorio della Via Lattea e la Strada dell’Assietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *