In Calabria per godere delle cure termali per ciclisti

Alle Terme Luigiane e Terme Sibarite, immersi nella bella Calabria, diverse cure termali per ciclisti

È risaputo quanto l’attività sportiva, soprattutto su pedali, porti ampi benefici. È ben noto altresì come – a volte per lo sport a volte per l’età – non sia risparmiato a nessuno qualche dolore o acciacco di diversa natura. Ecco perché programmare durante l’anno un periodo di cure termali per ciclisti, dovrebbe essere buona regola per chi ama le due ruote, a metà tra il dovere verso il proprio corpo e il piacere verso la propria anima.

Scegliere la Calabria e le Terme Luigiane o le Terme Sibarite, ha diverse ottime motivazioni. Le prime, le Terme Luigiane, hanno la maggiore concentrazione di zolfo termale d’Europa, adatto per diverse cure, ma anche per il semplice relax. Le seconde, le Terme Sibarite, sono adatte per ristabilirsi da traumi dove la riabilitazione in acqua termale porta innegabili benefici. Per entrambi gli impianti resta anche la piacevolezza di strutture dove il wellness non è mai in secondo piano.

Non solo terapie nelle cure termali per ciclisti

Ma vediamo cosa offrono

Terme Luigiane

Le Terme Luigiane, situate nella provincia di Cosenza, sono una delle stazioni termali più antiche d’Italia. Collocate a soli due chilometri dal Mar Tirreno lungo la splendida Riviera dei Cedri, offrono un panorama incantevole e una cornice naturale di straordinaria bellezza. Infatti le terme si trovano nella pittoresca vallata del fiume Bagni, caratterizzata da una flora mediterranea rigogliosa e selvaggia.

Il simbolo delle Terme Luigiane è lo sperone roccioso chiamato “Il Dito del Diavolo” da cui sgorgano le acque termali. Queste acque erano già note per i loro poteri curativi ai tempi di Plinio il Vecchio, e nel 1850 il medico napoletano Giovanni Pagano eseguì il primo studio scientifico su di esse. Pagano denominò le terme “Luigiane” in onore del Principe Luigi Carlo di Borbone, che patrocinò la sua ricerca.

Convenzionate con il SSN

Le Terme Luigiane sono convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale e classificate dal Ministero della Salute al livello qualitativo 1° Super. Le loro acque sono ipertermali, sulfuree e salsobromojodiche con il più alto grado solfidrometrico d’Europa (173 mg/l), offrendo trattamenti per una vasta gamma di indicazioni terapeutiche.

Il complesso termale comprende uno stabilimento termale, tre hotel, 48 appartamenti in residence, un parco con piscine di acqua termale, un’area dedicata ai bambini, un centro benessere e una spiaggia convenzionata. La posizione geografica rende le Terme Luigiane un’ottima base per escursioni turistiche in tutta la Calabria. L’apertura è stagionale, da maggio a ottobre, con lo stabilimento attivo fino ai primi di dicembre.

Le terapie

Le acque delle Terme Luigiane sono particolarmente efficaci per trattamenti relativi a diverse patologie dell’apparato respiratorio, otorinolaringoiatra, muscolo-scheletrico e dermatologico. Le cure disponibili includono nebulizzazioni, aerosol, inalazioni, humage, ventilazione polmonare, fangoterapia, bagni termali e massaggi. Le acque sulfuree esercitano un’azione mucolitica, vasodilatatrice e rivitalizzante, migliorando l’elasticità polmonare e stimolando la produzione di anticorpi.

Un punto di forza delle Terme Luigiane è il Parco Termale Acquaviva, una moderna area attrezzata con tre piscine termali dove si possono praticare idromassaggi, idrochinesiterapia, nuoto controcorrente e acqua-gym. Il parco dispone inoltre di turbo docce, distributori di fango per applicazioni personali e una piscina di acqua dolce. Sono presenti anche una palestra, un centro di fisiochinesiterapia per la riabilitazione funzionale e un centro benessere che offre trattamenti SPA.

Una delle piscine del Parco Termale Acquaviva

Il fango delle Terme Luigiane, rinomato per la sua efficacia terapeutica, è ricco di zolfo, vitamine liposolubili e fitosteroli, risultando particolarmente utile per trattamenti dermatologici grazie al suo potere antiossidante e antinfiammatorio. Le alghe termali, che proliferano spontaneamente nelle fangaie, contribuiscono alla maturazione del fango e sono utilizzate anche nei prodotti cosmetici della linea PURA.

Diverse opportunità per alloggiare

Le Terme Luigiane offrono una vasta gamma di opzioni di alloggio, tra cui il Grand Hotel delle Terme (4 stelle), l’Albergo Moderno (3 stelle), l’Albergo Santa Lucia (3 stelle) e i Villini Belvedere, ideali per le famiglie. Tutte le strutture sono dotate di comfort moderni e un servizio navetta per la spiaggia e l’area termale.

La vicinanza al mare rende le Terme Luigiane una destinazione ideale per chi desidera combinare le cure termali con una vacanza balneare. Le spiagge vicine, tra cui Acquappesa, Intavolata e Guardia Piemontese, offrono acque cristalline e sono parte del Parco Marino Regionale Riviera dei Cedri. Queste località, oltre alle bellezze naturali, ospitano eventi folcloristici e mondani durante il periodo estivo.

Le Terme Luigiane rappresentano anche un punto di partenza ideale per esplorare la Calabria. Tra i luoghi di interesse nei dintorni vi sono San Marco Argentano, con la sua Torre normanna, Paola, meta di pellegrinaggi al santuario di San Francesco di Paola, e Diamante. Si possono seguire itinerari turistici nel Parco Nazionale della Sila, lungo l’Itinerario Bizantino e l’Itinerario della Magna Grecia.

Terme Sibarite

Sibari è luogo celebre e celebrato fin dai tempi della Magna Grecia. Ne rimase affascinato anche il narratore inglese Norman Douglas nel suo viaggio nell’Antica Calabria (Old Calabria) di inizio ‘900, rivelando la forza e il fascino eterno di Sybaris.

Questa città, simbolo di lusso e piaceri, eleganza ed edonismo, cultura ed eccessi, ha fatto parlare di sé per due secoli. I suoi teatri, i personaggi illustri come Protagora, Erodoto e Ippodamo di Mileto, e le sue terme sontuose dedicate alla salute attraverso l’acqua (salus per aquam) sono rimasti nella storia.

Le Terme Sibarite, oggi, rievocano questa esperienza emozionale e sensoriale, offrendo diverse specificità nella moderna stazione termale. Sono situate in un’area ricca di storia e bellezza, circondate dal Codex Purpureus di Rossano (patrimonio UNESCO), il Parco e Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide, il porto turistico dei Laghi di Sibari, le Grotte carsiche di Sant’Angelo, il Castello Ducale di Corigliano, le cime del Pollino e della Sila, e il mar Ionio.

Cure termali per ciclisti che hanno subito traumi

Le acque

Le acque termali, con una temperatura costante di 25°C, sgorgano da cinque sorgenti naturali estese per circa 500 metri. Un elemento distintivo è la presenza di idrogeno solforato di origine biologica, derivante da riduzioni biochimiche di composti ossidati dello zolfo e decomposizione di materia organica solforata, come rilevato in diversi studi.

Le proprietà delle acque termali

Classificate come ipotermali, sulfuree, mediominerali secondo Marotta, Messini e Sica, queste acque si distinguono per l’idrogeno solforato biologico. Contengono litio, sodio, potassio, calcio, stronzio, magnesio, alluminio, ferro, rame, cloruri, solfati, carbonati, polifosfati e solfuri.

I fanghi delle Terme Sibarite

Di natura organica, i fanghi sono una rarità biologica ottenuta da processi fitobiologici di maturazione delle alghe. Questi fanghi, ricchi di H2S e definiti sulfuretum, derivano da una comunità biologica complessa composta da vari gruppi microbici.

Gli impianti delle Terme

Di recente ristrutturazione, gli impianti delle Terme Sibarite si estendono su un’area di circa 23 mila mq. Il complesso comprende una struttura alberghiera, uno stabilimento termale, un parco termale, un centro benessere e un centro di riabilitazione neuro-motoria in ambiente termale, aperto tutto l’anno.

Tra le cure termali per ciclisti, non poteva mancare una idrobike

Le attività terapeutiche

All’interno dello stabilimento delle Terme Sibarite sono presenti cinque piscine termali con acqua sulfurea, ideali per diverse attività terapeutiche e ricreative come acquagym, percorsi vascolari, idromassaggio, balneoterapia e idrokinesiterapia.

Queste piscine sono utilizzate per terapie riabilitative, risultando efficaci nel ripristinare le normali funzioni muscolo-scheletriche. La riabilitazione in piscina è particolarmente indicata per trattare fratture, postumi di interventi chirurgici, distorsioni, contratture e artrosi, sfruttando i benefici del calore, del galleggiamento e della diminuzione del peso corporeo.

La medicina termale, considerata una medicina naturale, ha dimostrato grande efficacia nel recupero fisico e nel benessere generale. Le Terme Sibarite combinano moderni trattamenti fisioterapici con i benefici delle terapie termali, accelerando i tempi di guarigione e consentendo un recupero più rapido. Inoltre, la riabilitazione in acqua è vantaggiosa anche per il recupero da traumi sportivi, grazie alla competenza dei fisioterapisti del centro.

Terme Sibarite o Terme Luigiane, quali scegliere per le cure termali per ciclisti ?

Entrambi gli impianti hanno un largo spettro di terapie, in ambito respiratorio, dermatologico e muscolo-scheletrico.

Le Terme Sibarite sono maggiormente indicate per la riabilitazione post traumatica. Le piscine con percorsi attrezzati e non ultima, la possibilità di pedalare in acqua, le rendono adatte soprattutto per i ciclisti che devono ristabilire tono muscolare, fornendo la situazione ideale per un perfetto riequilibrio di tendini, giunture e ossa.

Le Terme Luigiane sono maggiormente indicate per la cura di malattie respiratorie e della pelle, non trascurando comunque le altre patologie.  Il Parco Termale le rendono anche più apprezzabili per il relax e il welness.

Volendo i due impianti sono raggiungibili con circa quattro ore di pedalata, ma non sempre la strada si presenta come la più sicura.

È quindi preferibile scegliere quale dei due fa al nostro caso e poi visitare i luoghi limitrofi, alla ricerca di arte e bellezza.

Ecco alcune delle cose più interessanti nei pressi delle Terme Luigiane, dove siamo stati ospiti:

 Riviera dei Cedri e lo scoglio della Regina

Questa zona si estende lungo la costa tirrenica della Calabria ed è caratterizzata da spiagge bellissime e mare cristallino. È un’area perfetta per chi ama il mare e le attività all’aperto.

Lo scoglio della Regina è il noto faraglione sul questa riviera, situato tra Acquappesa e Guardia Piemontese Marina. È legato a una leggenda secondo cui la regina Isabella di Francia, incapace di avere figli, durante un viaggio si fermò per caso sulla spiaggia di Acquappesa. Qui, trovò una sorgente d’acqua calda dove fece bagni che miracolosamente la resero fertile. Da allora, il faraglione è chiamato “scoglio della Regina” ed è meta di molte donne in cerca di maternità.

Leggende a parte lo scoglio si trova nel tratto marino più vicino alle terme (a un paio di chilometri), ed è in un punto che dispone di un’ampia spiaggia libera.

Guardia Piemontese

Questo pittoresco borgo medievale è noto per la sua storia legata ai valdesi, un movimento religioso protestante. Il centro storico conserva ancora tracce delle antiche mura e delle caratteristiche viuzze.

cure termali per ciclisti

Paola

A breve distanza dalle Terme Luigiane, Paola è famosa per essere la città natale di San Francesco di Paola, il santo patrono della Calabria. Il Santuario di San Francesco di Paola è una meta di pellegrinaggio e offre un’atmosfera di grande spiritualità e bellezza architettonica.

Diamante

Questo incantevole borgo marinaro è noto per i suoi murales che adornano le pareti delle case del centro storico. Diamante è anche famosa per il festival del peperoncino, che si tiene ogni anno a settembre.

cure termali per ciclisti

cure termali per ciclisti

Cetraro

Un’altra località costiera vicina, Cetraro offre splendide spiagge e un centro storico affascinante con viste panoramiche sul mare. Il porto turistico di Cetraro è un luogo ideale per passeggiare e godersi il panorama.

Parco Nazionale del Pollino

Per gli amanti della natura e delle escursioni, il Parco Nazionale del Pollino, uno dei parchi più grandi d’Italia, offre sentieri mozzafiato, flora e fauna uniche e panorami spettacolari.

cure termali per ciclisti

La nostra esperienza

I nostri giorni alle terme Luigiane sono stati speciali. Gli impianti termali sono efficienti e ben tenuti. Le parti esterne offrono un ambiente accogliente e rilassante, con le ampie piscine termali, i cui colori verdognoli dell’acqua sulfurea, creano continuità con l’ambiente circostante. La parte terapeutica è spartana ma efficiente, ben gestita da personale esperto e gentile.

Il Grand Hotel delle Terme Luigiane è ottimamente tenuto (la manutenzione in un ambiente a ricca concentrazione di zolfo, anche nell’aria, deve essere continua) ed è una celebrazione architettonica degli anni ’70. Per questo motivo pare ci sia in progetto la messa in valore di questa caratteristica, creando un ambiente che esalti l’arte e la cultura dalla Pop Art fino a tutto quel periodo.

Il tragitto fra i due impianti termali:

https://maps.app.goo.gl/dNMhcfmKfM1nQ5nHA

Street Art e mare a Diamante

Check Also

Gargano in E-bike

Un anello con partenza ed arrivo a Mattinata, passando dalla Foresta Umbra e Monte Sant’Angelo. Per scoprire il Gargano in E-bike

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *