Home / Cicloturismo / Eventi / Apre Eroica Eroica Caffè Barcelona, con l’inaugurazione il 20 ottobre

Apre Eroica Eroica Caffè Barcelona, con l’inaugurazione il 20 ottobre

Il vero e proprio brand “Eroica”, si espande ancora nel mondo, apre infatti – il 20 ottobre – Eroica Caffè Barcelona, per promuovere la passione più autentica delle due ruote e dello stile italiano

“Come si sa L’Eroica è nata in un caffè, o in un bar, circolo, casa del popolo, in qualsiasi modo si voglia chiamare un luogo dove scorreva gran parte della nostra vita oltre il lavoro” Racconta Livio Iacovella, presentando il progetto Eroica Caffè Barcelona.

Al caffè si andava in bici, si leggeva e discuteva di bici e dei suoi eroi, i miti che avevano dettato l’epica del Novecento ai migliori scrittori e giornalisti italiani. In quei bar si parlava ancora del mondo, si avevano idee grandi per migliorarlo, prima che si perdessero speranze e giocosità, cultura e voglia dello stare insieme, si accantonassero le carte, le bocce ed i motivi seri per uscire di casa a buio. Il ciclismo è stato lo sport dei nostri caffè almeno finché Bartali e Coppi hanno tenuto il cartellone, restituendo ad un Paese intero la dignità perduta in guerra. Nei bar si aspettavano le notizie via radio dal Giro e dal Tour, si formavano sfide e scommesse a pedali, si radunavano i ragazzini del paese per metterli in bici e sperare di scoprirne qualcuno campione.L’Eroica è nata lì, tra le passioni di una generazione cresciuta povera di tutto tranne la speranza ed i valori, che credeva ancora alle sorti magnifiche e progressive, che aveva gusti semplici e veri, che era straordinariamente contadina, legata alla sua terra, madre e matrigna, al culto della fatica e del lavoro. E la bici era stata l’emancipazione dal proprio ridotto, la prima forma di turismo, anche solo per il mercato delle bestie; e la possibilità che un povero potesse, con un mezzo quasi alla portata, elevarsi al rango di eroe nazionale, il carrettiere Bottecchia che, vinto il Tour, riveste a nuovo tutto l’esercito di fratelli e nipoti”.

L’Eroica, cicloturistica d’epoca, è nata per riproporre quel ciclismo e per salvaguardare le ultime strade bianche. Idee romantiche, tanto amore per l’ambiente, lo sport com’era prima che il soldo lo violentasse. Ed è nata per i suoi ristori d’epoca, per selezionare rara umanità dalle giuste nostalgie, per far riscoprire la bellezza della fatica ai tanti che oggi dispongono di tutto ma hanno pochissime voglie e passioni flebili.

L’Eroica è diventata moda nel mondo; facile, si dirà, proporre l’Italia preglobalizzata, quando eravamo capitale naturale di gusto e moda, riferimento planetario di stile ed arte, dolce vita anche oltre la Fontana di Trevi. Ma il bisogno di disegnare il futuro riscoprendo il passato non è esercizio vano di un marketing creativo. La gente deve recuperare ritmi e abitudini, sapori e gioie, capacità di ridere assieme. L’Eroica è oggi una vetrina nel mondo della Toscana migliore; a L’Eroica Caffè quella rara umanità che si è raccolta attorno ad una filosofia, che condivide valori e idee di vita, proverà a dirsi come vuole mangiare e bere, stare assieme, preservare l’ambiente, le sue strade e paesaggi. E, magari, tenterà di riusare le città a sua misura”

Dopo Eroica Caffè Barcelona, ne apriranno altri?

Sulla base di questi valori due anni fa a Brolio è nato il primo Eroica Caffè, recuperando lo spazio di un circolo rimasto chiuso per decenni. Ma L’Eroica è così contagiosa e coinvolgente che sabato prossimo sarà inaugurato Eroica Caffè Barcelona, che nasce dalla passione di Graciela e Miguel: “Persone di rara umanità”, li definisce Andrea Meneghelli, responsabile del progetto Eroica Caffè. “Sono loro che hanno scelto noi perché si riconoscono perfettamente negli ideali di Eroica. Per noi le persone vengono sempre prima di ogni altro aspetto”, conclude Meneghelli.

Appuntamento dunque a sabato prossimo, 20 ottobre, per l’inaugurazione di Eroica Caffè Barcelona

Il programma delle presentazione del Eroica Caffè Barcelona

Check Also

Urban Award, il premio per la mobilità sostenibile ed ecologica

Presentata la 2a edizione del premio ideato da Viagginbici.com e promosso da Anci, Fondazione Iseni Y Nervi, Acea, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Il 24 ottobre 2018 a Rimini la consegna del Premio Urban Award.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *